Le Leggi della UX

Di Giuseppe Argento

A maggio del 2020 è stato pubblicato il libro di Jon Yablonski, famoso product designer dal titolo: Laws of UX: Using Psychology to Design Better Products & Services: Design Principles for Persuasive and Ethical Products , pubblicato da O'REILLY.

copertina di laws of us

La sigla UX sintetizza il termine User Experience utilizzato per definire la relazione tra una persona e un prodotto, un servizio, un sistema. Il termine presuppone un approccio olistico: cerca di comprendere tutto ciò che ruota attorno all'interazione di un utente con un'azienda, un marchio o un'istituzione.

Dal punto di vista del web design la UX rappresenta l'insieme dei processi per massimizzare l' usabilità di un sito web, quindi la soddisfazione e la piacevolezza di utilizzo, l’intuitività e l’interazione.

psito web lawsofux.com

Il sito web lawsofux.com illustra tutti i principi del libro

La comprensione della psicologia alla base del comportamento e dell'interazione con le interfacce digitali, è una competenza preziosa che un designer può mutuare dalla psicologia. Il design più spettacolare può fallire se costringe gli utenti a conformarsi al design autoreferenziale non guidato dalla comprensione di come gli utenti percepiscono ed elaborano le situazioni contingenti.

Questo libro spiega come applicare i principi chiave in psicologia per creare prodotti ed esperienze più intuitive, incentrati sull' utente.
L'autore Jon Yablonski decostruisce applicazioni, siti web ed esperienze esemplari per fornire esempi chiari di come i progettisti UX possono creare esperienze che si adattano al modo in cui gli utenti percepiscono ed elaborano le interfacce digitali.

un titolo ux principles

Vi spiego in breve i principi contenuti nelle 20 leggi della UX indicate nel libro di Jon Yablonski.

1. Aesthetic Usability Effect:
Gli utenti spesso percepiscono un design esteticamente gradevole come un design più utilizzabile.

2. Doherty Treshold:
La produttività aumenta quando un dispositivo e gli utenti interagiscono a un ritmo (la soglia è 400 millisecondi) che garantisce che nessuno dei due debba aspettare l'altro.

3. Fitt's Law:
Il tempo per trovare un contenuto è una funzione della distanza nella struttura di navigazione e della visibilità del contenuto.

4. Hick's Law:
Il tempo necessario per prendere una decisione aumenta con il numero e la complessità delle scelte a disposzione dell'utente.

5. Jakob's Law:
Gli utenti trascorrono la maggior parte del loro tempo su altri siti. Ciò significa che essi preferiscono che il tuo sito funzioni allo stesso modo di tutti gli altri siti che già conoscono.

6. Law of Common Region:
Gli elementi tendono a essere percepiti in gruppi se condividono un'area con un confine chiaramente definito.

7. Law of Prägnanz:
Le persone sono maggiormente in grado di elaborare visivamente e ricordare figure semplici rispetto a figure complesse.

8. Law of Proximity:
Gli oggetti che sono vicini l'uno all'altro tendono a essere raggruppati insieme.

9. Law of Similarity:
L'occhio umano tende a percepire elementi simili del design come un'immagine, una forma o un gruppo completi, anche se tali elementi sono separati.

10. Law of Uniform Connectedness:
Gli elementi visivamente connessi sono percepiti come più correlati degli elementi senza connessione.

11. Miller's Law:
La persona media può conservare nella memoria solo fino a 7 elementi (più o meno 2) durante l'interazione.

12. Occam's Razor:
Tra le ipotesi concorrenti che prevedono altrettanto bene, dovrebbe essere selezionata quella con il minor numero di ipotesi.

13. Pareto Principle:
Il principio di Pareto afferma che, per molti eventi, circa l'80% degli effetti proviene dal 20% delle cause.

14. Parkinson's Law:
Ottieni di più in meno tempo.

15. Peak-End Rule:
Le persone giudicano un'esperienza in gran parte in base a come si sono sentite al suo apice e alla sua fine, piuttosto che alla somma totale o alla media di ogni momento dell'esperienza.

16. Postel's Law:
Sii liberale in ciò che accetti e conservatore in ciò che invii.

17. Serial Position Effect:
Gli utenti hanno la propensione a ricordare al meglio il primo e l'ultimo elemento di una serie.

18. Tesler's Law:
La legge di Tesler, nota anche come la legge di conservazione della complessità, afferma che per qualsiasi sistema esiste una certa quantità di complessità che non può essere ridotta.

19. Von Restorff Effect:
L'effetto Von Restorff, noto anche come effetto isolamento, prevede che quando sono presenti più oggetti simili, è molto probabile che venga ricordato quello che differisce dagli altri.

20. Zeigarnik Effect:
Le persone ricordano le attività non completate o interrotte meglio delle attività completate.

Mi auguro che la presentazione di questi principi della UX vi siano di ispirazione e aiuto nel vostro lavoro.

Una precisazione a margine dell'articolo che mi sento di fare è che a mio giudizio in ogni professione e in ogni ambito creativo, i principi o quelle che vengono definte come leggi, devono essere conosciute e rappresentare un supporto alla creatività del designer, mai essere un vincolo definitivo. Se esite una legge indiscutibile nel design è: "Non riporre mai in soffitta la creatività, tienila sempre ben in vista e a portata di mano".

Sito web personale di Jon Yablonski.

Sito didattico di Laws of UX.